Cartoni animati con i software di presentazione

I software di presentazione sono divenuti veri e proprio software di grafica, anche animata.

A fronte del fatto che la “presentazione” è un “esito” didattico piuttosto frequente (se non addirittura abusato), forse possiamo proporla come base per una tipologia di prodotto/trasposizione avanzato a partire da un contenuto.

Attualmente, la versione di Keyonte (anche per iPad), per esempio, consente, grazie alla sterminata galleria di “forme”, alle funzioni “traccia” e ad altre opzioni di transizione automatica di oggetti (senza contare la possibilità di inserire oggetti disegnati a mano libera direttamente sulle slide, con Apple Pencil), di realizzare veri e propri cartoon.

Apprendimento aumentato con QR Code

Un codice QR è un codice a barre bidimensionale, impiegato per memorizzare informazioni .
Queste informazioni sono di solito veicolate su un cloud e sono lette tramite uno smartphone.

Le applicazioni di questa tecnologia a scuola sono innumerevoli.

Intanto è utile che la scuola incorpori una tecnologia attuale, diffusa, utilizzata per comunicazioni geo localizzate.

A chiunque disponga di uno smartphone, permette l’accesso ad approfondimenti multimediali su qualunque disciplina o argomento

I QR code forniscono avvisi, istruzioni o altri contenuti di “prossimità” per tutte le utenze della scuola (studenti, docenti, segreterie…)

Gli studenti che vanno a lavorare in un laboratorio, ricevono istruzioni sull’uso del laboratorio.

Docenti che si avvicinano in un’aula, ricevono un promemoria delle attività che devono svolgere in quell’aula oppure un video-tutorial su come realizzare un progetto o compilare un modello o svolgere una lezione particolare.

In aula insegnanti, i docenti possono ricavare istruzioni per realizzare documenti utili per il Consiglio di classe.

La lettura di libri, capitoli o paragrafi può essere “aumentata” con altre informazioni digitali (es. letture vocali, video-tutorial, presentazioni, personalizzazioni con mappe, ecc.)

Chiunque passi in un corridoio allestito con pannelli, bacheche, disegni, scaffali, riceve informazioni relative alla sezione con i pannelli, le bacheche, i disegni, i libri degli scaffali)

Possono essere creati contenuti digitali di ogni tipo (testo, audio, video, presentazioni, quiz, ebook, widget interattivi…): occorre organizzarli in rete (usando un sistema di cloud computer), in modo che a ogni contenuto corrisponda un URL;
Ci sono web app che “costruiscono” le matrici dei codici, le quali rimandano agli URL;
Ci vuole un device connesso in rete che legga i QR code (per es. la app per fare foto di iPhone e per Android oppure app specifiche).